22 maggio, 2012

IL TERRAZZINO DEI GERANI TIMIDI di A. Marchesini


Descrizione :
Per la bambina che attraversa le pagine del racconto, come per ogni bambino, le esperienze sono tutte prime volte, che si tratti di avvertire il frullo d'ali di una farfalla che trema dentro le sue dita e poi ruzzola a terra senza vita, oppure del timore permanente che anche la mamma farà come quella farfalla. La vita scoppia dentro la sua minuscola esistenza, la vita sì ma anche la morte, tuttavia le cose, le voci, le impressioni e le vite degli altri non si possono sentire nel tramestio quotidiano che scorre col tempo dell'orologio. La bambina che abita "II terrazzino dei gerani timidi" scopre piano piano che può ascoltarle nel silenzio immenso in cui annega quell'angolo di casa che si affaccia sui tetti, il luogo solitario che col tempo diventerà la sua stanza tutta per sé. Là dentro le sarà possibile riconoscere le invisibilità che corrono sotto la crosta del mondo e avvertire il turbamento che suscita in lei l'offerta della vita. Proprio quella bimba, cui la mamma ha insegnato a camminare sul dolore, in silenzio assisterà alla nascita del sogno e ancora per lei, seduta là dove solo regnano silenzio e piccioni, finalmente emergeranno, vita della vita, la poesia, gli scrittori, la letteratura e le parole dei libri, la scoperta che le vite sbucciate e naufragate, che nella realtà non fanno che nascondersi, che cessare di amare, invece nel sofisticato rammendo che l'arte è in grado di ricamarvi intorno, possono diventare esistenze immortali.

La mia opinione:
Sono stata  fan della Anna Marchesini da ragazzina come comica. In tv mi manca lei come tutto il trio e il loro tipo di comicità. Resto una sua fan e il suo primo romanzo mi ha piacevolmente sorpresa.
Confesso che lo avevo adocchiato in libreria, ma tornata a casa mi sono andata a leggere qualche recensione in internet, perché titubante sull'acquisto.
Dapprima ho letto di qualcuno che riteneva ci fosse un linguaggio troppo ricco che così appensativa il racconto, ma poi altri parlavano di uno stile poetico nella scrittura dell'autrice e quindi io che amo scrivere poesie lo avrei compreso benissimo. Ed infatti non l'ho trovato pesante in nessun punto, secondo me  è semplicemente adatto a chi sa avere anche una visione diversa del modo di raccontare le cose.
L'ho acquistato in libreria come edizioni Bur rizzoli a 9,90 e una volta iniziata la lettura la prima cosa che ho pensato è stata che c'è davvero tanto di poetico nel suo modo di scrivere.
La seconda è stata che, nonostante la differenza di età, ho sentito mio questo racconto e mi rivedevo pagina per pagina  in molti stralci, anche perché pure io ero solita da bimba starmene solitaria a ciondolare con le gambe fra le sbarre della ringhiera di uno dei balconi di casa.
E una volta iniziata la comprensione di tanti aspetti della vita, ne avevo presto sperimentato le difficoltà, il bello ma anche il dolore e il farsi carico di situazioni troppo grandi per spalle tanto piccine.
In  molti punti sembrava che stessi leggendo ricordi della mia infanzia come se stessi vedendo vecchie foto, di quelle ingiallite e consumate sui bordi, tanto lo sfogliarle e rimaneggiarle.

Riporto delle righe di qualche passo che è piaciuto particolarmente.

pag.96: Accanto all'uscita della stazione, notai un uomo appoggiato al muro poco distante dell'aiuola di gerani e ciclamini dove cortese e instancabile lo zampillio di una fontanella canterellava vivace dentro una conchiglia di pietra grigia.

pag.114: Il sogno allora risplendeva simile ad una pietra adamantina con la quale confrontare ogni scaglia di esistenza, che  non prendevo per buona così com'era, ceduta dall'usato della convenzione.

pag.232: Ecco- mi dissi- questo preciso attimo è gioia. Il silenzio là fuori era così dolce che mi pareva di sentirne il canto; da qualche parte avevo letto che tutto è armonia se solo riusciamo a sentirla, così rimasi in ascolto ed ebbi cura di muovermi, senza spostarlo. Il Silenzio.

3 commenti:

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Un libro molto interessante, grazie per averne condiviso delle frasi
ciao!

la luna di stefylù ha detto...

@Simo: grazie a te per aver apprezzato.
Baci!

fenix ha detto...

Anch'io conoscevo Anna Marchesini solo come comica e in questa sua nuova versione da scrittrice, mi ha incuriosito. Grazie per la segnalazione :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...